Birre magazine

< torna indietro

Paese che vai, birra che bevi! 

28 marzo 2016 // CURIOSITÀ Paese che vai, birra che bevi! 

La birra è tra le bevande più amate dalla popolazione mondiale: tradizionale, innovativa, leggera o corposa, bionda o ambrata che sia, in alcuni paesi viene bevuta da abitudine al pari delle bevande analcoliche e dell’acqua, e sono molte le leggende legate alla birra e alla sua storia.
A partire dal London Beer Flood, ovvero lo Tsunami di birra che colpì la capitale del Regno Unito il 16 ottobre del 1814: 1 milione e 470 mila litri di birra invasero le strade della città fuoriuscendo da una cisterna difettosa della fabbrica Meux. Il risultato fu disastroso, con numerose case del sobborgo di St Giles travolte dai litri di birra e 9 morti.
Forse è stato anche questo tragico evento a muovere i tedeschi che a Gelsenkirchen hanno realizzato un vero e proprio “birradotto”, fatto di condutture dove far passare la birra che collegano i numerosi bar intorno allo stadio cittadino con la grande cisterna da cui fanno rifornimento. 5 km di tubi sotterranei che permettono di non rischiare inondazioni e fuoriuscite del prodotto, rendendo sicuri gli abitanti come anche i clienti e i gestori del locali.
Tra i fan della birra anche il Presidente degli Stati Uniti d’America Barack Obama, che ne ha addirittura una personale. Si chiama White House Honey Ale, e ha debuttato durante una cena presidenziale nel 2011: viene creata dagli chef della Casa Bianca grazie ad una ricetta top secret che include anche il miele prodotto proprio negli alveari del giardino più celebre degli States

Condividi

Potrebbero interessarti anche